news

Un nuovo accordo per i corridoi umanitari in Francia: tre famiglie di profughi siriani accolte a Parigi

3 Giugno 2021 - PARIS, FRANCIA

corridoi umanitari
MIGRANTI

Condividi su

E' arrivato stanotte dal Libano all’aeroporto di Parigi - Roissy un nuovo corridoio umanitario per tre famiglie di profughi siriani, grazie al nuovo protocollo di accoglienza siglato in Francia da Sant’Egidio, Ministero dell’Interno, Ministero degli Esteri e Semaines sociales de France.

Il protocollo prevede le condizioni di identificazione, accoglienza, integrazione e inclusione in Francia, nei prossimi due anni, di 300 rifugiati dal Libano in provenienza dall’Iraq e dalla Siria, con priorità alle persone più vulnerabili. Il nuovo protocollo fa seguito al primo, firmato nel 2017, che ha permesso di accogliere 504 persone in Francia con gli stessi criteri.

I corridoi umanitari, nel 2019 insigniti dall’UNHCR del premio Nansen, sono un’iniziativa civica, ecumenica ed europea. Un modello replicabile, riconosciuto dalla Commissione europea come via legale di accesso a forme di protezione nell’Unione europea.

Le storie di coloro che sono già arrivati con i corridoi umanitari dimostrano che non solo è possibile salvare chi rischia di cadere nelle mani dei trafficanti, ma anche intraprendere percorsi di integrazione, realizzati con la generosità di molti europei (alcuni hanno offerto anche le proprie case per l’ospitalità) e il loro impegno volontario e gratuito.

Iniziati in Italia nel 2016, i corridoi umanitari hanno permesso di accogliere più di 3.500 persone in Italia, Francia, Belgio e Andorra, in provenienza da Siria, Iraq, Libia, Etiopia e Lesbo.

Sostieni i corridoi umanitari



Un nuovo accordo per i corridoi umanitari in Francia: tre famiglie di profughi siriani accolte a Parigi
Un nuovo accordo per i corridoi umanitari in Francia: tre famiglie di profughi siriani accolte a Parigi