«Gli anziani muoiono anche di isolamento, interveniamo»

7 Novembre 2020

Senza anziani non c'è futuro
AnzianiMarco Impagliazzocoronavirus

Condividi su


La Comunità di Sant'Egidio si dice «fortemente preoccupata» per la situazione degli anziani soli nel nostro Paese, una situazione «gravemente deteriorata» a causa del Covid. «Troppo poco è stato fatto da marzo e dobbiamo constatare anche decessi di anziani per l'abbandono e la patologia dell'isolamento», ha denunciato il presidente Marco Impagliazzo.
La Comunità di Sant'Egidio, oltre a prospettare soluzioni come i progetti di co-housing, chiede con urgenza linee guida chiare «come fatto per le scuole» per le visite agli anziani e un ripensamento dell'assistenza domiciliare integrata. I dati della prima ondata del resto, ha ricordato Impagliazzo, parlano di un 5O% di decessi avvenuti tra anziani delle Rsa o altre strutture di cura.
«Ora - ha spiegato- siamo preoccupati per quello che sta avvenendo in questa seconda ondata. Ci sono Rsa chiuse dal mese di marzo, chiuse alle visite dei parenti e dei volontari. E' stato fatto troppo poco per adeguarsi all'esigenza degli anziani di non essere soli. Si muore anche di solitudine»


[ ]